Crea sito
GRANELLI DEL ROSARIO

Una preghiera potente caduta nel dimenticatoio

Una preghiera potente come il rosario, come mai è caduta nel dimenticatoio? Molti si chiedono come sia  possibile che sia accaduto e temono che scomparirà. Oggi infatti recitano il rosario in pochi, anzi pochissimi, ecco perché il mondo si allontana sempre più da Dio.

A tal proposito, gli animi dei devoti sono preoccupati al pensiero, che il Rosario cada sepolto nell’oblio della dimenticanza e non si manifesti più il suo splendore, e questo produce nei semplici, una certa ansia.  Anche Dio, da quando diede inizio al mondo, per molti secoli si manifestò visibilmente agli uomini, ma pochissimi di essi osservavano il suo culto; fin quando, dunque, tutti gli uomini furono coperti dalla grande coltre della dimenticanza e dell’ignoranza di Dio, al punto che, ai tempi di Abramo, non c’era più alcuno, fuorchè lo stesso Abramo, che lo conoscesse e lo adorasse.

Così l’idolatria aveva inondato l’intera terra, proprio come un diluvio. Quello che, come abbiamo ricordato, è capitato allo stesso Dio, tre volte Santissimo, da parte degli uomini, ci meravigliamo che sia potuto accadere al nostro Rosario?
E chi potrà negare o affermare che il Rosario, allo stesso modo di Dio, uscirà fuori o andrà a finire nel dimenticatoio completamente?

Anche la Legge di Mosè fu dimenticata?!

Quanto importante fu essa un tempo, e di che valore!
Ma quante volte, essa, presso gli stessi Ebrei, cadde in grande abbandono, disprezzo, e dimenticanza?
Questo avvenne nel popolo eletto, e oggi nel popolo cristiano, che ha trasmesso a tutto il mondo i propri Riti e e precetti?
Chi conosce le Leggi e i Sacri Canoni della Chiesa? Chi sa con quanta forza e tenacia le pratiche della Chiesa, un tempo, sono state osservate? Anch’esse, però, subentrata qualche nuova prassi, caddero, per la maggior parte, in rovina; oggi sono state perfino soppresse e interamente abrogate, e a stento si conoscerebbero, se certe carte scolorite e odoranti di vecchio non avessero custodito un ricordo di esse.

Il Rosario è la preghiera potente

Quanti Maestri ci sono stati in passato, fra i Gentili, i Giudei e i Cristiani, e quanto importanti, i quali, prima erano di gran lunga elogiati, ma ora, solo dal nome si conoscono, e una conoscenza solo per sentito dire!
Quanti intrepidi Eroi, Condottieri e Re vi sono stati, e di che valore, ricordati insieme alle loro mirabili gesta!
Quanti inventori di grandi meraviglie, e quanti ammirevoli artisti di opere incantevoli!
Il Rosario è la preghiera potente

E poi, la disciplina, la condotta e il regolamento della vita, così grandemente virtuosa e devota dei Religiosi, posti a modello davanti agli occhi e alle anime del mondo cristiano intero, dove andarono a finire?
Quanto, enormemente, questo mondo è cambiato rispetto a prima?
Quel mondo non sarebbe conosciuto più da alcuno, se finora non lo avessero trasmesso i monumenti degli antichi!
La prima forma di osservanza di tutti i Sacri Ordini, sembra oramai così lontana nel tempo, e s’intravede, come un’oscura parvenza, ciascun Ordine nel suo originario splendore.

Il Rosario è la preghiera potente
Quelle cose che, un tempo, si ergevano come cedri, ora strisciano a terra, come secchi biancospini ed infiacchiti tamerischi. La forza si è svigorita, la fermezza si è indebolita, il fervore si è intiepidito, l’osservanza, laddove non si oscura, seguirà la stessa sorte.
E, se si vuol riportare l’antica regola, ohimè, tutti la giudicano una cosa irrealizzabile e un’illusione.
Capita che tanti Religiosi, pur conoscendo tutto, tuttavia la Regola del loro Ordine non la conoscono.
Perché, dunque, i cuori degli uomini si agiteranno per la decadenza del Rosario, quando lo stesso Signore, riguardo alla sua stessa Religione Cristiana, ha predetto: “Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?” (Lc. 18,8).

Ma non dimentichiamo comunque sia che seppure il rosario abbia avuto una caduta, sia stato messo da parte (grazie a satana che sa bene quanto possa nuocerlo e rubargli anime) nonostante ciò, sono secoli e secoli, ed il rosario di Maria è ancora tra le mani dei suoi fedeli. Ancora ci sono dita che sgranano granelli di legno, di corda, di metallo, di plastica, di perle….Il Rosario non passerà mai perché è la preghiera più completa ma soprattutto è la mistica preghiera del cielo.

Fonte
Dagli scritti del Beato Alano della Rupe
Tag

Articoli correlati

Close