Crea sito
SPIRITUALITA'

Ti piace il presepe? Riformulo la domanda: Sai cos’è il presepio?

Il Natale è ormai diventata una festa pagana, una festa egoista, (il contrario quindi di quello che dovrebbe essere) Satana si è appropriato anche di questo, trasformandolo in un natale del consumismo, dello spendere denaro per se stessi e per i suoi, senza pensare minimamente a chi non ha niente. In quante case esiste il presepe???????? Basta sapere questo e confermerete quanto sto dicendo.

Oggi il Natale non è Natale, anzi, dovremmo cambiare il nome; chiamarlo magari, festa delle lampadine, festa del panettone, festa dei regali ecc ecc m20a non natale. Oggi anche il presepe sta diventando un optional, anche il presepe sta andando in estinzione. Satana sempre più con la sua coda, cerca di allontanare ogni cosa che richiama Cristo e la Sua luce.

Il presepe non deve scomparire

Che tristezza, l’altro giorno siccome ho costruito un nuovo presepe, mi mancavano le luci e sono andato in giro per poterle acquistare e montare. Che tristezza! Nessuno aveva le luci da presepe, solo da albero di Natale e addobbi per le case. Il presepe è scomodo per satana ed i suoi seguaci perché ricorda in modo più tangibile, la nascita di nostro Signore Gesù Cristo. Il nostro Re che nasce in una mangiatoia.

Vi invito a girare i mercatini, o in giro per le varie vetrine, non vediamo una corda di luci a forma di Gesù bambino, ma di babbo natale, di una stella (spesso quella satanica) un pupazzo di neve ecc ecc ma niente che richiami il vero Natale; Gesù.

Forse la gente ha dimenticato che la parola natale significa: giorno della nascita e festeggiamo il 25 dicembre per celebrare appunto la nascita del Signore. Dovrebbe essere un giorno di gioia spirituale, certo è anche bello festeggiare stando tutti a tavola per un bel pranzo ma sarebbe bello pensare anche a chi non ha nulla. Ciò non significa invitare alla propria mensa tutti i poveri del paese ma significa contribuire in qualche modo per il loro bene. Esempio; cucinare qualcosa e darlo ai poveri se si conosce qualcuno bisognoso, oppure portare in parrocchia un pacco di pasta, di fagioli ecc ecc. O semplicemente pregare per loro oltre per i nostri cari e noi stessi.

Non deve mai passare natale senza aver fatto almeno qualche opera buona. Natale è rinascita, dobbiamo ogni anno rinascere per poter diventare come Gesù desidera, buoni e santi. Così comprenderemo anche il valore di un presepe.

Tag

Articoli correlati

Close