Crea sito
COPPIA FELICE

Pianificazione familiare naturale e amore, possono convivere

Amore e pianificazione familiare naturale

Quante donne si sono ritrovate a dover segnare grafici, su grafici per poter tenere a mente il ciclo, l’ovulazione e tutto ciò che circonda il mondo della pianificazione familiare naturale. Segnare quando si è fertili spesso diventa importante.

Molte coppie iniziano a mettere in pratica una pianificazione familiare naturale. E’ tutto buono sicuramente, ma prima di ogni cosa, bisogna affidarsi a Dio. Confidare in Dio e amare le cose naturali. La pianificazione familiare naturale, serve soprattutto a poter vivere bene la vita sessuale, senza ricorrere ai contraccettivi che come ben sappiamo vanno contro la vita, abolendo il vero senso dell’unione tra uomo e donna, marito e moglie, sposo e sposa.

La pianificazione familiare naturale (PFN) ha accompagnato nei momenti buoni e cattivi numerose donne cristiane. Bisogna dire anche che non è cosa facile,  e in virtù di questo spesso si può cadere nella tentazione di voler usare contraccettivi.

La pianificazione è una sfida, ma può portare anche a conversazioni infuocate su “universo”, “idiozia” o “esagerazione”, e quando si riferisce al matrimonio può essere fonte di lacrime e discussioni.

Non è un’invenzione della Chiesa

Qualcuno potrebbe replicare che la PFN non è altro che un’invenzione della Chiesa. No, perchè l’unione di una coppia cristiana deve avere due aspetti fondamentali: Unitivo e procreativo. Se usassimo contraccettivi, aboliamo l’aspetto procreativo.

Chi quindi pratica la pianificazione, perchè non vuole ulteriori figli, ovviamente dovrà attuare la castità coniugale cosa che apparentemente potrebbe risultare frustrante.

In realtà non bisogna spaventarsi. La pianificazione familiare naturale è difficile, ma aiuta ad accendere anche il desiderio di coppia, così da poter vivere alla grande l’aspetto sessuale.

Ma cos’è?

In pratica la PFN non è altro che il fare l’amore liberamente senza usare metodi contraccettivi, ma farlo nel periodo non fertile. Questo garantisce di avere rapporti liberi, senza pratiche che vanno contro la legge divina, come il coito interrotto, il preservativo ecc ecc. Ecco perchè bisogna segnare grafici che contano il periodo mestruale, premestruale, il periodo di ovulazione e via discorrendo.

C’è da fidarsi?

Nonostante questo, bisogna ammettere che alcuni temono la pianificazione familiare naturale. Alcune donne poi si annoiano nel dover prendere la temperatura, a tracciare grafici e a scrivere quando hanno avuto l’ultimo ciclo. Per poter praticare bene la pianificazione bisogna essere donne coscienziose e organizzate.

Chi ama Dio, di sicuro non si annoierà. Bisogna solo aver pazienza e godersi il momento intimo con il proprio partner in piena libertà e coscienza.

Tag

Articoli correlati

Close