Crea sito
DOMANDE SUL ROSARIO

Nel rosario: il Padre nostro e l’Ave Maria a confronto

Nel rosario non c’è una preghiera più importante o meno importante. Questa però è una domanda che molti se la pongono: nel rosario perché si recita il Padre nostro? E qual è più importante come preghiera? Ovviamente se vogliamo dare un’importanza, possiamo senza ombra di dubbio dire che il Padre nostro è la preghiera più importante in quanto insegnata da Gesù stesso, mentre l’Ave Maria è una preghiera composta da varie parole del Vangelo, partendo dal saluto angelico e le parole di Santa Elisabetta quando vide Maria durante la sua visitazione. Conclude poi questa bellissima preghiera, la parte finale aggiunta dalla Santa Madre Chiesa.
Quindi non può esserci un paragone tra le due preghiere. Ma il Beato Alano provò ad esaminare entrambe le preghiere, ed ecco il risultato:

Il Pater Noster in 5 punti eccelle sull’Ave Maria:

1. Quanto all’Autore: infatti, (Autore del Pater Noster) è stato il Cristo, mentre l’Ave Maria fu pronunciata dall’Arcangelo Gabriele.

2. Riguardo alla forma di preghiera: (il Pater Noster) ha una struttura di preghiera più reale, rispetto all’Ave Maria;
3. Il contenuto del Pater Noster, è come un elenco specifico sia di tutti i beni da chiedere, sia dei mali da allontanare, mentre l’Ave Maria li domanda non espressamente, come afferma Sant’Alberto Magno, citando l’opera “Sul Messia”, di Sant’Agostino;
4. Il Pater Noster è stato consegnato alla Chiesa da Cristo Gesù proprio per essere pregato non così invece, l’Ave Maria;
5. A questo si aggiunga, che il Pater Noster, è appropriato per (domandare), con umano affetto e sentimento, ogni bisogno e necessità; l’Ave Maria, invece, si rivolge più alle Persone di Cristo e di Maria, che alla nostra povertà.

Ora esaminiamo l’Ave Maria: L’Ave Maria, per 5 ragioni eccelle sul Pater Noster:

1. Quanto all’argomento: l’Ave Maria è sulla Persona della Madre di Dio, che, da sola, è più meritevole della Chiesa terrena, per la cui Grazia, è stato dato il Pater Noster;

2. Quanto al destinatario: rispondo che, mentre il Pater Noster (è la preghiera adatta) per i soli peccatori, avendo bisogno essi di pregare: “Rimetti a noi i nostri debiti, etc.”, essa, tuttavia non può essere adatta a Cristo e a Maria, che sono puri da ogni peccato: dato che Loro lo hanno pregato solo a nome della Chiesa; invece l’Ave Maria anche da Gesù e Maria, potè essere santamente recitata; (Il beato parla della preghiera dell’ Ave Maria cioè dove c’erano solo le parole della sacra scrittura e non quelle aggiunte dopo dalla Chiesa, ecco perché dice che anche Gesù e Maria potevano recitarla. Solo nel XV secolo infatti si aggiungono definitivamente – ai due versetti evangelici – il nome di Gesù, la seconda parte della preghiera e l’Amen finale. Difficile risalire a chi esattamente abbia composto le parole «Santa Maria, Madre di Dio…»).

3. Quanto all’intenzione manifestata: (nell’Ave Maria) la descrizione espone il contenuto, non umano, ma divino, dell’Incarnazione: l’intenzione manifestata è infinita, dal momento che (l’Incarnazione riguarda) Dio.
Nel Pater Noster, invece, il contenuto (descritto) è circoscritto alla richiesta di beni creati e all’allontanamento dai mali, che manifestano realtà finite. In questo, l’Ave Maria eccelle sul Pater Noster;
4. Quanto alla conclusione: nell’Ave Maria, l’Annunciazione è rivelatrice di Cristo (Gesù), l’Autore del Pater Noster, e, allo stesso tempo, essa è l’inizio del Nuovo Testamento; nessuna delle due (realtà), invece, è presente nel Pater Noster;

5. E infine, le Perfezioni di Cristo e di Maria, contenute (nell’Ave Maria), proprio da essa sono state descritte, mentre non sono neppure (accennate) nel Pater Noster, che è una delle perfezioni compiute da Gesù Cristo.

Quale delle due preghiere del Rosario allora è preferibile?

Rispondo: da parte mia, io non seguirei un criterio di priorità, ma di semplice riverenza: è cortesia, infatti, che lo Sposo preferisca le cose che appartengono alla Sposa.
Tu domandi: Come mai, allora, nel Rosario, ad ogni Pater Noster, si succedono 10 Ave Maria?
Rispondo che, ad ogni Pater Noster succedono 10 Ave Maria, dal momento che il Pater Noster è il fondamento della Chiesa e di tutte le opere buone: occorre che il fondamento sia solo uno, e su esso si possono costruire molte stanze ed edifici.

Bracciale della preghiera del Padre nostro

Fonte
Beato Alano Della Rupe
Tag

Articoli correlati

Close