Preghiera iniziale

O Gloriosissima Regina del Santo Rosario, Nobilissima Signora Immacolata e Assunta in cielo,  Tenerissima Madre di Dio e Madre nostra, vi chiedo di intercedere per me presso il Cuore Sacratissimo di Gesù affinchè attraverso la recita del Santo Rosario mi conceda la grazia……che tanto spero.

Angelo mio custode, recita insieme a me questo santo rosario affinchè possa recitarlo bene e ottenere le sante indulgenze. Amen

O Dio vieni a salvarmi, Signore vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio e ora e sempre nei secoli dei secoliAmen

Recitare tre Ave Maria (facoltative) per chiedere: la carità, la fede e la speranza.

Recitare il Credo (facoltativo): Io credo in Dio Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna.

L BATTESIMO DI GESU’ AL GIORDANO
(Gv. 1, Mt 3)

Giovanni vede Gesù venire verso di lui, e dice: «Ecco l’Agnello di Dio che prende su di sé il peccato del mondo. Parlavo di lui quando dicevo: dopo di me viene uno che è più grande di me, perché esisteva già prima di me».
Gesù si avvicinò a Giovanni per farsi battezzare da lui… Appena battezzato, Gesù usci dall’acqua. All’improvviso il cielo si aprì, ed egli vide lo Spirito di Dio il quale, come una colomba, scendeva su di lui. E dal cielo venne una voce: «Questo è il Figlio mio, che io amo. Io l’ho mandato»…E Giovanni soggiunse: “Quando Dio mi mandò a battezzare con acqua, mi disse: «Tu vedrai lo Spirito scendere e fermarsi su un uomo – è lui che battezzerà con Spirito Santo». Ebbene, io ho visto accadere questo, e posso testimoniare che Gesù è il Figlio di Dio”
da Maria…

Quel giorno lo seguii. Confusa tra la gente, sulle rive del fiume Giordano. Stavo lì.

Ogni suo passo mi faceva sobbalzare il cuore. Lo vidi di fronte a Giovanni. Lo vidi nell’acqua. Sentii anch’io quella voce misteriosa che veniva dal cielo. Era per me, per i presenti, ma anche per te.
Dio dichiarava pubblicamente Gesù suo figlio. Il Padre l’aveva mandato per fargli prendere su di sé i peccati del mondo. Era il suo Figlio diletto che Giovanni, poco prima, aveva chiamato Agnello di Dio.
Mi tornarono alla mente le parole dell’Angelo: “Dio, l’Onnipotente, lo chiamerà suo Figlio…. Il bambino che avrai sarà santo, Figlio di Dio”.
Cominciai a capire qualcosa. Agnello e peccati mi fecero tremare. Gesù innocente, santo, si fa peccato per noi. Sentii nel cuore come un’eco: Sacrificio, immolazione.
Lo Spirito Santo lo stava investendo della missione che lo attendeva. Mio Figlio non sarebbe più stato mio, ma di tutti, perciò anche tuo.
Ero stata liberata dal peccato anch’io, grazie a Lui. Te e l’umanità stavano per essere coinvolti dalla stessa grazia che diventava perdono.
Gesù accettò quel segno di penitenza per noi. In seguito lo trasformerà in sacramento di santificazione, oltre che di perdono, quel sacramento che tu hai ricevuto.
Cerca di rivivere il tuo battesimo con gratitudine. Non chiudere gli occhi alla luce che Dio ti ha donato quel giorno e che continua a brillare dinanzi a te nella persona di Gesù. Fissa il tuo sguardo su di Lui, ma non solamente quando stai in chiesa. Gesù con la nostra umanità da lui assunta si è fatto compagno della tua vita, della nostra vita. Ti ha preceduto come uomo in tutte le tue, le nostre, vicende umane, illuminandole. Tutto ciò che ti accade o ti può accadere, eccetto il peccato, l’ha già vissuto Lui. E questo ti deve confortare, come confortò me nei momenti anche più dolorosi della mia esistenza.
Gesù è il Figlio diletto del Padre. Nello Spirito Santo che anche tu, noi, abbiamo ricevuto, siamo diventati con lui figli amati dal Signore, diletti, prediletti.
Oggi il Padre si compiace di te se vivi con suo Figlio. Ti aiuterò io a non dimenticarlo. Contemplalo attraverso di me, attraverso i miei occhi, attraverso il mio cuore nel quale ho conservato i misteri della sua vita. Te li rivelerò pian piano tutte le volte che mi invocherai. Ne trarrai un grande vantaggio specialmente nei tuoi momenti più turbolenti. Non ti stancare di chiamarmi in aiuto: è questa la mia missione ricevuta dallo stesso Gesù.

Intenzioni: Affinchè l’aborto venga giudicato da tutti i popoli come un vero omicidio.

1 Padre Nostro, 10 Ave Maria e 1 Gloria al Padre..

II MISTERO LUMINOSO

LE NOZZE DI CANA
Gv. 2
Ci fu un matrimonio a Cana, una città della Galilea. C’era anche la madre di Gesù, e Gesù fu invitato alle nozze con i suoi discepoli. A un certo punto mancò il vino. Allora la madre di Gesù gli dice: “Non hanno più vino”. Risponde Gesù: “Donna, che vuoi da me? L’ora mia non e ancora giunta”. La madre di lui dice ai servi: «Fate tutto quel che vi dirà». C’erano lì sei recipienti di pietra di circa cento litri ciascuno… Gesù disse ai servi: “Riempiteli d’acqua!”. Essi li riempirono fino all’orlo. Poi Gesù disse loro: “Adesso prendetene un po’ e portatelo ad assaggiare al capotavola”. Glielo portarono. Il capotavola assaggiò l’acqua che era diventata vino…. Così Gesù fece il primo dei suoi segni miracolosi nella città di Cana, in Galilea, e manifestò la sua grandezza, e i suoi discepoli credettero in lui

da Maria…

Ero presente a quelle nozze. C’era anche Gesù con i suoi discepoli. Mi davo da fare insieme alle altre donne. Il mio cuore era vicino a Gesù, mentre il mio sguardo non si allontanava dai commensali per scoprire ciò di cui potevano avere bisogno.
Mi accorsi subito che il vino era finito. Intuii il disagio degli sposi e di tutti gli invitati, quando se ne sarebbero accorti.
Andai in fretta da Gesù e sai come andò a finire.
Anche oggi il mio sguardo è sull’umanità. Gesù me l’ha affidata prima di morire, nella persona di Giovanni.
“Ecco tuo figlio” mi suonò come: “Ecco i tuoi figli!”. Da quel giorno, anche ora nel Regno dei cieli, la mia attenzione per voi è continua. Vi seguo passo passo nella vostra vita, soprattutto nelle vicende che vi fanno soffrire. Ogni vostra pena mi è presente e soffro con voi. Il mio cuore è sempre vicino al cuore divino di Gesù e a Lui riverso le vostre ansie, i vostri affanni. Come quel giorno, a Cana di Galilea, sussurro a Gesù ciò di cui avete bisogno. Molte volte non siete neppure voi a chiederlo: me ne accorgo da sola. Gesù mi ascolta sempre anche se… non lo meritate. A sua Madre non può dire di no.
Mi raccomando, però, di ascoltare anche voi ciò che dissi allora alle persone che servivano a tavola. Ve lo ripeto spesso all’orecchio, è importante: “Fate tutto quello che vi dirà Gesù”.
Sì, per ottenere le grazie dovete dare retta ai suoi suggerimenti, ai consigli che vi fa sentire nell’anima e che io stessa sussurro nel vostro cuore.
Ogni giorno ci sono nel mondo nuove situazioni di sangue e di violenza. Vedo che vi manca la pace e non solo quella esterna, quella tra le nazioni, vi manca la pace interiore. Vi aiuterò ad immergervi nella contemplazione del mistero di Colui che “è la nostra pace”. Abbandonatevi a me.
Fatemi rientrare nelle vostre famiglie insidiate da forze disgregatrici sulle quali voglio trionfare. C’è poca fede nelle vostre famiglie. Pace e famiglia sono le due parole che sto ripetendo a mio Figlio e per le quali sto chiedendo un altro suo intervento miracoloso, come quel giorno. Non hanno più pace, hanno dimenticato la sacralità della famiglia!
Con la trasformazione dell’acqua in vino, quel giorno, si aprì il cuore dei discepoli alla fede e il Signore volle che fosse attraverso il mio intervento. Anche oggi permette che continui ad intervenire. Aiutatemi con le vostre preghiere.

Intenzioni: Per tutti i fidanzati affinchè riscoprono il vero significato del matrimonio.

1 Padre Nostro, 10 Ave Maria e 1 Gloria al Padre..

III MISTERO LUMINOSO

L’ANNUNCIO DEL REGNO DI DIO
Mt 4,43; Mc 1,15
Gesù disse loro: «Devo annunziare il regno di Dio. Per questo Dio mi ha mandato» e cominciò a proclamare il vangelo… Egli diceva: «Il tempo della salvezza è venuto: il regno di Dio è vicino. Cambiate vita e credete in questo lieto messaggio!».

da Maria…

Dio si è fatto uomo e si è servito di me sua creatura, per invitarci ad entrare nel suo Regno. Veramente a me ha dato il privilegio di nascere già nel suo Regno. Lo stesso dono vuole farlo a tutta l’umanità. Oggi, per mezzo mio, lo offre anche a te. Pensa a questo mistero di luce. E’ la luce che viene da Gesù, dalla sua vita terrena passata in mezzo a noi, vicino a me, ma che non si spegne col tempo, anzi brillerà sempre più intensa, basta lasciarsi investire da questo splendore.
Nel Vangelo trovi tutto. Ogni parola, ogni espressione è come un faro, un riflettore, ma non abbaglia, rischiara, svela e rivela. Attraverso i suoi insegnamenti, le sue parabole, i suoi miracoli rende trasparente il mistero dell’uomo. Solo attraverso di Lui, Gesù, puoi capire te stesso e gli altri. Non resta che farti prendere da questa luce, farti avvolgere.
Ti aiuterò io. Ora che mi trovo nel suo Regno in pienezza, anche col corpo, sento in me la trasformazione gloriosa che ha operato in me la sua misericordia. E’ la stessa misericordia che vuole offrire a te in questo momento. Tuffati in essa con sentimenti di pentimento.
Chiedi perdono, chiedete perdono, perché tutti avete bisogno di questo. Poi abbandonati alla sua misericordia. Immergiti nel Cuore di mio Figlio che tanto ti ha amato e ti ama. Lì, vicino al suo Cuore, anzi dentro, troverai anche il mio che è pronto ad abbracciarti insieme a Lui.
Devi sforzarti di più nel tuo cambiamento in meglio, nella tua conversione. Ti devi accorgere che hai bisogno di conversione giorno per giorno, momento per momento, ma senza scoraggiarti.
Deve solo crescere in te il desiderio di poter essere sempre più gradito al Signore. Preoccupati di ciò, prima e sopra ogni altra cosa. Questo voglio anch’io per te, per tutti. Vorrei che tutta l’umanità pensasse e si preoccupasse di più del Regno di felicità che Dio ha destinato per tutti. Ti garantisco che è una cosa meravigliosa che non si può descrivere con linguaggio umano, ma credimi.
Sono tua Madre e voglio starti vicino per farti assaporare ciò che un domani gusterai insieme a me in pienezza. Prega con me, per te e per gli altri, perché tutti possiamo veramente trovarci un domani in questo Regno. Coraggio, ti accompagno io ripetendoti la buona novella annunciata da Gesù.

Intenzioni: Affinchè la religione cristiana trionfi in tutti i cuori.

1 Padre Nostro, 10 Ave Maria e 1 Gloria al Padre..

IV MISTERO LUMINOSO

LA TRASFUGURAZIONE
(Mt 17, Mc.9, Lc.9)
Gesù prese con sé tre discepoli, Pietro, Giovanni e Giacomo e salì su un monte a pregare. Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e il suo vestito diventò candido e sfolgorante. Poi si videro due uomini avvolti di uno splendore celeste: erano Mosè ed Elia. Pietro e i suoi compagni videro la gloria di Gesù e i due uomini che stavano con lui e disse : «Maestro, è bello per noi stare qui!»… Poi apparve una nuvola che li avvolse con la sua ombra, e dalla nuvola si fece sentire una voce: «Questo è il Figlio mio, che io amo. Io l’ho mandato. Ascoltatelo!»

da Maria…

Questo è un mistero completamente pieno di luce. Allora lo videro Pietro, Giacomo e Giovanni. Oggi lo contemplo anch’io insieme a tutti coloro che vivono, ormai eternamente, nella gloria del Regno di Dio.
Il Signore non permise di farmelo incontrare così risplendente quando viveva con me. Allora quello che mi reggeva e mi estasiava, nel contemplarlo, era solo la fede. E la fede illuminava tutta la mia vita.
Vivevo nel mistero di ciò che tante volte non capivo, ma che accettavo ugualmente, anche quando entrava nel mio cuore ferendolo.
La tua vita è una ripetizione della mia. La gloria della divinità di Gesù, che sfolgora sul suo volto resta un mistero finché vivi su questa terra. Anche a te solo la fede ti fa contemplare questa Trasfigurazione. Ma credi, credi anche senza vedere, anzi proprio perché non vedi hai il privilegio di poter credere.
E’ un dono la fede. Mi avvolse durante tutta la mia vita terrena ed oggi avvolge te.
Non cercare Gesù nella gloria. Lo vedrai, lo contemplerai, lo godrai, ma ricorda che prima devi contemplarlo e seguirlo nella Passione. E’ un passaggio obbligato.
Lo è stato anche per me. Non ti scoraggiare se si affaccia alla tua vita la sofferenza, anche se diventa il tuo pane quotidiano. Alza gli occhi della fede e contempla la Trasfigurazione di Gesù che diventerà la tua trasfigurazione un domani.
Ti aiuterò io che ho ricevuto da Lui l’incarico di esserti Madre, Madre nella fede e perciò guida in questa valle di lacrime.
Andiamo avanti insieme. Fidati di me. Chiudi gli occhi quando non capisci e lasciati condurre. Ti tengo per mano.
Asciugo le tue lacrime. Senti la mia mano che ti solleva, ti spinge sempre in avanti.
Dietro la nebbia c’è il sole. Qualche sprazzo tra le nuvole a volte te lo fa vedere. Accontentati di quei pochi istanti per ascoltare e vivere con più coraggio la buona novella, annunciata da Gesù. Te la sussurrerò sommessamente giorno per giorno: ascoltando me, ascolti Gesù.

Intenzioni: Affinchè Gesù trasformi tutti i cuori di pietra in cuori di carne.

1 Padre Nostro, 10 Ave Maria e 1 Gloria al Padre..

V MISTERO LUMINOSO

L’ISTITUZIONE DELL’EUCARISTIA
Mt 26 – Lc 22
Quando fu sera, Gesù si mise a tavola insieme con i dodici discepoli. Mentre stavano mangiando, Gesù prese il pane, fece la preghiera di benedizione, poi spezzò il pane, lo diede ai discepoli e disse: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo… che viene offerto per voi. Fate questo in memoria di me».Poi prese la coppa del vino, fece la preghiera di ringraziamento, la diede ai discepoli e disse: «Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue, offerto per tutti gli uomini, per il perdono dei peccati. Con questo sangue Dio conferma la sua alleanza”

da Maria…

Il mistero più grande che vi accompagnerà fino alla consumazione dei secoli è l’Eucaristia. E’ una luce che non tramonterà mai.
Ormai in ogni luogo, in ogni popolo e nazione c’è un angolo, alle volte nascosto, dove si ripete il sacrificio della croce e il Pane Eucaristico si fa vostro cibo: mio Figlio nei segni del pane e del vino.
In ogni chiesa è presente, quasi a continuare il sacrificio che si è compiuto prima sull’altare. La sua presenza nel tabernacolo vi deve far rivivere quel mistero di morte e risurrezione.
Anch’esso è un mistero di luce, luce velata, altrimenti vi abbaglierebbe, ma luce che vuole illuminare la vostra vita. E la illumina anche se voi tante volte siete distratti.
Quando ricevete Gesù, che si fa nutrimento con il suo corpo e il suo sangue, voi palpate il suo amore per voi, per noi, per tutti.
Non ci sono parole per poter descrivere il valore, la preziosità di questo dono. Ogni volta che si celebra il santo Sacrificio io sono a fianco all’altare a contemplare, adorare, insieme a voi. E’ quel Gesù che nacque da me. E’ quel Gesù che morì sulla croce. E’ quel Gesù che risuscitò glorioso e che ora vuole guidarvi dall’altare al suo Regno: vuole essere vostro compagno di viaggio per poterlo raggiungere.
Nell’Eucaristia c’è tutto. Con l’Eucaristia si può tutto. E’ un mistero di luce e di gioia, perché Gesù, e solo Gesù, può essere l’unica vostra gioia, quella che non tramonta mai. Adorate, ringraziate, gustate la soavità di questo dono. Voglio presentarvelo io, quando partecipate a questo sacrificio.
In questo dono contemplate Gesù che muore in croce per voi, ma insieme lo contemplate glorioso, risorto e vivo, che sta donando anche a voi la gioia della risurrezione nel suo Regno.
Io, sua Madre, sto già nel suo Regno di gloria, ma – ricorda – la stessa gloria che godo io, Gesù l’ha riservata anche a te. Incamminiamoci insieme per questa strada. Ti condurrò io. Sostenuto da questo Pane, ce la farai, nonostante le difficoltà che potrai incontrare.
Tutte le volte che ti accosterai all’Eucaristia pensa che sia io ad offrirtela, come offrii Gesù a Betlemme, quando nacque da me.
Ti aiuterò ad immergerti nel suo amore.

Intenzioni: Offriamo questo mistero, in riparazione alle comunioni sacrileghe che si commettono ogni giorno.

1 Padre Nostro, 10 Ave Maria e 1 Gloria al Padre..

SALVE, O REGINA

Salve, o Regina, madre di misericordia,

vita, dolcezza e speranza nostra, salve.

A te ricorriamo, esuli figli di Eva: a te sospiriamo,

gementi e piangenti in questa valle di lacrime.

Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi

gli occhi tuoi misericordiosi e mostraci, dopo

questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno.

O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Per le intenzioni del Sommo Pontefice e per l’acquisto delle sante indulgenze: 1 Padre, Ave e Gloria.

LITANIE LAURETANE (facoltative)

Signore, pietà. Signore pietà
Cristo, pietà. Cristo pietà
Signore, pietà. Signore pietà
Cristo, ascoltaci. Cristo, ascoltaci
Cristo, esaudiscici. Cristo, esaudiscici

Padre del cielo, che sei Dio, Abbi pietà di noi.

Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio, Abbi pietà di noi.
Spirito Santo, che sei Dio, Abbi pietà di noi.
Santa Trinità, unico Dio, Abbi pietà di noi.

Santa Maria, prega per noi.
Santa Madre di Dio, prega per noi.
Santa Vergine delle vergini, prega per noi.
Madre di Cristo, prega per noi.
Madre della Chiesa, prega per noi.
Madre della divina grazia, prega per noi.
Madre purissima, prega per noi.
Madre castissima, prega per noi.
Madre sempre vergine, prega per noi.
Madre immacolata, prega per noi.
Madre degna d’amore, prega per noi.
Madre ammirabile, prega per noi.
Madre del buon consiglio, prega per noi.
Madre del Creatore, prega per noi.
Madre del Salvatore, prega per noi.
Madre di misericordia, prega per noi.
Vergine prudentissima, prega per noi.
Vergine degna di onore, prega per noi.
Vergine degna di lode, prega per noi.
Vergine potente, prega per noi.
Vergine clemente, prega per noi.
Vergine fedele, prega per noi.
Specchio della santità divina, prega per noi.
Causa della nostra letizia, prega per noi.
Tempio dello Spirito Santo, prega per noi.
Tabernacolo dell’eterna gloria, prega per noi.
Dimora tutta consacrata a Dio, prega per noi.
Rosa mistica, prega per noi.
Torre di Davide, prega per noi.
Torre d’avorio, prega per noi.
Casa d’oro, prega per noi.
Arca dell’alleanza, prega per noi.
Porta del cielo, prega per noi.
Stella del mattino, prega per noi.
Salute degli infermi, prega per noi.
Rifugio dei peccatori, prega per noi.
Consolatrice degli afflitti, prega per noi.
Aiuto dei cristiani, prega per noi.
Regina degli Angeli, prega per noi.
Regina dei Patriarchi, prega per noi.
Regina dei Profeti, prega per noi.
Regina degli Apostoli, prega per noi.
Regina dei Martiri, prega per noi.
Regina dei veri cristiani, prega per noi.
Regina delle Vergini, prega per noi.
Regina di tutti i Santi, prega per noi.
Regina concepita senza peccato originale, prega per noi.
Regina assunta in cielo, prega per noi.
Regina del santo Rosario, prega per noi.
Regina della famiglia, prega per noi.

Regina della pace, prega per noi.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
ascoltaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.

Prega per noi, Santa Madre di Dio.
E saremo degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo:

O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione: a noi, che con il Santo Rosario della Beata Vergine Maria abbiamo meditato questi misteri, concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che essi promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Lascia se vuoi il tuo passaggio con il tuo nome e le intenzioni che hai messe in questo santo rosario, così potremo anche noi pregare per te. Grazie La Santa Vergine ti benedica.

[contact-form-7 404 "Not Found"]