Crea sito
GRANELLI DEL ROSARIO

La visione meravigliosa che ebbe il beato Alano sulla grandezza del Rosario

Una visione meravigliosa che conferma quanto sia grande la preghiera del Rosario che ci conferma in Dio, ci dona infatti quella forza straordinaria che ci spinge lontani dal peccato grave. D’altra parte è promessa di Maria che chi recita il Santo Rosario vincerà i propri vizi.

Nel volume 1 del Beato Alano leggiamo infatti:

Il Rosario della misericordiosissima Trinità conferma sulla via del Signore tutti coloro che lo amano, affinchè non vengano meno per la stanchezza.
Perciò (il Rosario) è come la brocca di Rebecca, dalla quale bevvero gli Angeli e gli uomini (Gen. 24): così esso sia giustamente ricordato da tutti, per essere confermati nel bene.
Esso è, poi, come una medicina gradevolissima, che ci risolleva dalla nostra infermità, e prevale con la sua meravigliosa forza su tutte le avversità così San Bernardo nelle Lodi dell’Ave Maria.

La visione meravigliosa che ebbe il beato Alano sul Santo Rosario
Il beato Alano che la Vergine Maria sposò (misticamente) ebbe una visione meravigliosa, infatti vide all’improvviso la Beatissima Madre di Dio, prendere possesso di tre Imperi dei Cieli, ossia la Potenza che imperava sui cinque Regni del Padre; la Giustizia, che imperava sui cinque Regni del Figlio; e la Verità che imperava sui cinque Regni dello Spirito Santo. Maria venne innalzata quindi come Madre di Misericordia e fa alcune promesse:

  1. A tutti coloro che vorranno essere segnati dal Mio Segno Angelico: «Ave», nel Mio Rosario, Io prometto che avranno la Divina Benedizione in vita, in morte, e dopo la morte.
  2. Prometto che tutti coloro che pregheranno il Mio Rosario saranno liberi dall’ignoranza e avranno una luce adeguata in vita, in morte, e dopo la morte.
  3. Desidero che coloro che pregheranno il Mio Rosario, abbiano la Grazia di Dio in vita, in morte, e dopo la morte.
  4. Voglio ed ordino che, coloro che pregheranno devotamente il Mio Rosario, abbiano un’abbondanza di pienezza in vita, in morte, e dopo la morte.
  5. Voglio che tutti i miei figli che reciteranno il rosario, abbiano la libertà regale. Dal momento che, infatti, sono stata scelta nell’Impero a motivo del Rosario della SS. Trinità, è giusto che anche coloro che reciteranno il Mio Rosario, siano sotto la Libertà del Mio Impero e godano dei Privilegi del Mio Regno e della somma Misericordia di Dio.
    Altrimenti non sarei riconoscente (a Dio dei Benefici ricevuti), se non tributassi la considerazione che merita, (al Rosario) per mezzo del quale ho ricevuto un tale onore su tutte le cose».
  6. Voglio che tutti coloro che pregano devotamente il Rosario, abbiano buona fama in vita, in morte, e dopo la morte.
  7. Ordino che tutti coloro che pregano devotamente il Mio Rosario, abbiano fecondità, e che siano speciali Sposi Miei, e Spose di Cristo, e siano fecondi dei doni di tutte le Grazie.
  8. Voglio che a tutti i miei Rosarianti non manchi mai il necessario che serve per sostenerli nella loro vita terrena.
  9. Voglio e ordino, che tutti coloro che pregheranno il Mio Rosario abbiano salute e buona vita, e che muoiano, autenticamente pentiti, con una santa morte.

Allora la Santissima Trinità confermò tutte le richieste della Beata Vergine Maria, quindi tutti coloro che porteranno con sè i vessilli (le corone del rosario, lo reciteranno con amore e profonda devozione, lo diffonderanno) essi saranno totalmente svincolati da ogni forma di male, e secondo la Volontà della Vergine Maria, dovranno con Lei regnare nei Suoi quindici Regni nei Secoli in eterno, nella gioia senza fine.

Nello stesso momento, la Santissima Trinità, insieme a tutta la Corte Celeste, approvò questa Sentenza, e fu ratificata con un Sigillo. In questa Rivelazione la piissima Vergine Maria a sigillo della verità di questa (apparizione) diede al beato, un bacio e gli diede da bere il Virgineo Latte del Suo Seno, che gli donarono una gioia così grande, che tutte le gioie del mondo al loro confronto, sembravano essere invisibili.

Tag

Articoli correlati

Close