Crea sito
IL PICCOLO SEME

Il sogno di Giuseppe che lo rassicura su Maria

Meditazione santa messa 22 dicembre 2019

La prima lettura di oggi si apre con un brano dal libro del profeta Isaia 7,10-14 e si conclude con il sogno di Giuseppe. Nella prima lettura viene chiesto ad Acàz di chiedere un segno ma la sua risposta consola il Signore: «Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore». Il contrario di oggi che per ogni cosa chiediamo un segno… Esisti? Dammi un segno ed io ci crederò. Vogliamo continui segni, perché non ci fidiamo di Dio. Nel Vangelo invece leggiamo che Dio stesso da un segno senza che Giuseppe l’abbia chiesto, e lo fa per rassicurare lo sposo di Maria che la Vergine Santa non ha commesso il peccato del tradimento, ma quello che vive in Lei è il Figlio Suo, e tutto questo è avvenuto per opera dello Spirito Santo.

Il sogno di Giuseppe fa comprendere tante cose. Dio sa di cosa abbiamo bisogno e se è necessario di un suo intervento, allora Lui interverrà anche se dovesse essere un intervento soprannaturale. Noi non dobbiamo tentare il Signore, Lui ci chiede di fidarci, di avere fede.

San Giuseppe si fidava così tanto di Dio che non ha detto: vabbè era un sogno mica posso crederci… tanti di noi avremmo risposto così: E’ solo un sogno! No! Giuseppe invece essendo un uomo giusto e timorato di Dio, un uomo di preghiera, un santo patriarca; ha creduto alle parole dell’Angelo che gli disse:

“Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa “Dio con noi”.

Allora carissimi amici, dobbiamo fare come Giuseppe, credere e avere fiducia in Dio senza giudicare chi ci circonda. L’apparenza spesse volte inganna. Non chiediamo dunque segni ma fede; Gesù quest’anno a natale fammi il regalo della fede. Gesù aiutami a credere, insegnami a pregare, insegnami a sperare. E come Giuseppe aiutami a saper ascoltare la voce dello Spirito Santo e compiere ciò che mi chiede. Amen

san giuseppe dormiente statuina
San Giuseppe dormiente
[sdm_download id=”19792″ fancy=”1″ new_window=”1″ color=”purple”]
Tag

Articoli correlati

Close