Crea sito
PAPA FRANCESCO

E’ importante riflettere sulle ingiustizie

Il Santo Padre usa delle parole bellisisme, Dio fa giustizia, perchè Lui è giusto e dobbiamo sperare fino in fondo nella nostra vita senza mai pensare neanche minimamente che Dio ci abbandoni alle ingiustizie del mondo.

Amare il prossimo facendosi prossimi di tutti i viandanti abbandonati sulle nostre strade.

Il Dio di Israele, ha detto Papa Francesco, risolve le ingiustizie usando queste parole: “è Colui che fa giustizia all’orfano e alla vedova, che ama lo straniero e gli dà pane e vestito”. Questo è quanto troviamo scritto all’interno del Deuteronomio e nel libro dell’Esodo.

Esordendo in tal modo il Santo Padre ha poi proseguito con la sua omelia ed ha detto: ““Il Signore sostiene i forestieri, assieme alle vedove e agli orfani del popolo”. Sono proprio loro, infatti, le categorie più deboli e vulnerabili e per questo motivo meritano la dovuta protezione e tutela. Sono infatti le categorie “spesso dimenticate ed esposte a soprusi” e per le quali “il Signore ha una particolare sollecitudine”.

Un altro aspetto importante sottolineato da Papa Francesco è la necessità, per tutti, di soffermarsi a “riflettere sulle ingiustizie che generano esclusione, in particolare sui privilegi di pochi che, per essere conservati, vanno a scapito di molti”. Il mondo di oggi, purtroppo, è molto crudele con gli esclusi ed è ogni giorno sempre più elitista.

Accade spesso, ha detto il Santo Padre dopo la Lettura, che “siamo troppo presi dal preservare il nostro benessere, rischiamo di non accorgerci del fratello e della sorella in difficoltà”. Come cristiani, però, non possiamo rimanere indifferenti di fronte al dramma della povertà e della discriminazione, non possiamo essere insensibili.

“Amare il prossimo come sé stessi vuol dire anche impegnarsi seriamente per costruire un mondo più giusto, dove tutti abbiano accesso ai beni della terra, dove tutti abbiano la possibilità di realizzarsi come persone e come famiglie, dove a tutti siano garantiti i diritti fondamentali e la dignità”, ha detto infine il Papa.

Fonte
PapaFrancesco.Net
Tag
Close